Cassazione, Terza Sez. Civ., ordinanza interlocutoria n. 18297 del 25/06/2021

Studio Legale
Maria Teresa De Luca
Bilancia
Studio Legale
Maria Teresa De Luca
Vai ai contenuti

Cassazione, Terza Sez. Civ., ordinanza interlocutoria n. 18297 del 25/06/2021

Studio Legale MT De Luca
Pubblicato da Maria Teresa De Luca in Ordinanze Corte di Cassazione · 29 Giugno 2021
La Terza Sezione Civile ha rimesso al Primo Presidente, per l’eventuale assegnazione alle Sezioni Unite, la questione di massima di particolare importanza volta a stabilire se nelle controversie soggette al rito del lavoro, quando il giudice d'appello, rilevata la nullità dell'introduzione del giudizio per l'inosservanza del termine dilatorio di comparizione stabilito dall'art. 415, comma 5, c.p.c., trattenga la causa per decidere nel merito, nell’ammettere l'appellante ad esercitare tutte le attività che avrebbe potuto svolgere in primo grado (se il processo si fosse ritualmente instaurato) debba procedere secondo quanto previsto dall'art. 294 c.p.c. (equivalendo la proposizione dell'appello a costituzione tardiva nel processo), con la conseguenza che il convenuto contumace, pur avendo diritto alla rinnovazione dell'attività di primo grado da parte del giudice di appello (ai sensi dell'art. 354, comma 4, c.p.c.), intanto potrà essere ammesso a compiere le attività che sono colpite dalle preclusioni verificatesi nel giudizio di primo grado, in quanto dimostri che la nullità della citazione gli abbia impedito di conoscere il processo e, quindi, di difendersi, se non con la proposizione del gravame.



© 2020-2021 Studio Legale Avv. Maria Teresa De Luca
TUTTI I DIRITTI RISERVATI
Webmaster: Edoardo De Luca
E-mail: edolabservizi@gmail.com
Torna ai contenuti