INCOSTITUZIONALITA' ART. 54 TER D.L. N. 18/20

Studio Legale
Maria Teresa De Luca
Bilancia
Studio Legale
Maria Teresa De Luca
Vai ai contenuti

INCOSTITUZIONALITA' ART. 54 TER D.L. N. 18/20

Studio Legale MT De Luca
Pubblicato da Maria Teresa De Luca in Sentenze · 29 Giugno 2021
Dopo la sentenza della Consulta n. 128 del 22 giugno 2021 che ha dichiarato l’incostituzionalità della seconda proroga della sospensione delle procedure esecutive sull’abitazione principale del debitore esecutato, è necessario il deposito di istanza di riassunzione della procedura esecutiva?
La sentenza della Consulta n. 128 del 22 giugno 2021 che ha dichiarato l’incostituzionalità della seconda proroga della sospensione delle procedure esecutive sull’abitazione principale del debitore esecutato, è sicuramente fonte di dubbi interpretativi. Uno dei più rilevanti è senz’altro questo. Il blocco delle esecuzioni è terminato e, pertanto, per le procedure esecutive sospese potrebbe applicarsi la norma di portata generale contenuta nell’art. 627 c.p.c.. Tale norma richiede un atto di impulso della parte per riassumere la procedura nel termine perentorio fissato dal giudice (dell’esecuzione) ovvero, in difetto, nel termine di sei mesi che decorre dallo spirare della sospensione predeterminata dalla legge (in questo caso 30.6.2021). Ma se la parte (creditore procedente) non provvede alla riassunzione il processo esecutivo si estingue? E cosa accade invece se il giudice dell'esecuzione, riscontrando i presupposti per l'applicazione dell'art. 54-ter e provvedendo d’ufficio in ordine all'ulteriore corso della procedura, fissi l’udienza per la sua continuazione oppure impartendo disposizioni agli ausiliari sulle operazioni da compiere e questa udienza o queste operazioni ricadano nel lasso temporale delle proroghe previste dai decreti nn. 137 e 183/2020? Sicuramente l’art. 54-ter ci farà discutere ancora per un po’ di tempo e tenuto conto della pronuncia su richiamata e degli effetti estintivi che potrebbe avere sulle procedure in corso, in via cautelativa sarebbe opportuno depositare istanza di riassunzione per le esecuzioni interessate da eventuali sospensioni disposte in forza della norma caducata. Bisognerà quindi accertare quale sia l’orientamento nei vari Tribunali. Il Tribunale di Roma, ad esempio, ha emesso una Circolare con la quale, in conseguenza degli effetti della citata pronuncia, ha segnalato che la sospensione delle procedure esecutive ex art. 54 ter D.L. n. 18/20 deve considerarsi cessata al 31.12.2020, con conseguente necessità di procedere al deposito di apposita istanza di riassunzione entro il termine del 30.6.2021.



© 2020-2021 Studio Legale Avv. Maria Teresa De Luca
TUTTI I DIRITTI RISERVATI
Webmaster: Edoardo De Luca
E-mail: edolabservizi@gmail.com
Torna ai contenuti