Esecuzioni Immobiliari - Esecuzioni Immobiliari

Studio Legale
Maria Teresa De Luca
Bilancia
Studio Legale
Maria Teresa De Luca
Vai ai contenuti

La notifica del decreto ex art. 569 c.p.c. al debitore e ai creditori iscritti

Esecuzioni Immobiliari
Pubblicato da Maria Teresa De Luca in Articoli · 31 Gennaio 2021
Articolo tratto da “I controlli del custode giudiziario ante udienza ex art. 569 c.p.c.”, autore M.T. De Luca, Revelino Editore
 
 
La notifica del decreto ex art. 569 c.p.c. al debitore e ai creditori iscritti
 
L’ultima verifica da compiere da parte del custode è che il decreto di fissazione dell’udienza ai sensi dell’art. 569 c.p.c. sia stato notificato dal creditore pignorante al debitore e ai creditori iscritti non intervenuti ex art 498 c.p.c..
 
La Riforma del 2015 ha apportato alcune modifiche all’art. 569 c.p.c..
 
Non solo sono stati ridotti i termini processuali che hanno comunque carattere ordinatorio, ma è stato anche eliminato anche il giuramento dell’esperto in udienza. Dapprima è stato sostituito dalla sottoscrizione in cancelleria del verbale di accettazione di incarico, che ora avviene con modalità telematiche in quasi tutti i Tribunali.
 
All’udienza di vendita devono essere convocate tutte le parti della procedura, compreso il debitore e i creditori iscritti.
 
Se il debitore è stato messo in condizione di comparire all’udienza ex art. 569 c.p.c., il termine per proporre l’opposizione agli atti esecutivi decorrerà dalla data di essi e non da quella dell’effettiva conoscenza.
 
Gli Ermellini hanno chiarito che, pur non sussistendo un vero e proprio obbligo giuridico di notificazione dell’ordinanza di vendita, sono nulle la vendita immobiliare e l’eventuale successiva aggiudicazione in caso di omessa notifica al debitore.
 
Infatti, questa omissione impedisce al debitore esecutato di poter richiedere la conversione del pignoramento e viola il diritto al contraddittorio.
 
GIURISPRUDENZA
 
Corte di Cassazione 19 dicembre 2014 n. 26930
 
Pur in assenza di un vero e proprio obbligo giuridico di notificazione dell’ordinanza di vendita, sono nulle la vendita immobiliare e la successiva aggiudicazione in caso di omessa notifica al debitore dell’ordinanza di fissazione della vendita, posto che detta omissione impedisce all’esecutato di richiedere la conversione del pignoramento e viola il diritto al contraddittorio, desumibile anche dall’art. 111 Cost., che va salvaguardato nel processo esecutivo ogniqualvolta detto di-ritto sia funzionale all’esercizio


© 2020-2021 Studio Legale Avv. Maria Teresa De Luca
TUTTI I DIRITTI RISERVATI
Webmaster: Edoardo De Luca
E-mail: edolabservizi@gmail.com
Torna ai contenuti